wholesale soccer jersey wholesale soccer jersey

Andrea Pergolari, Emanuele Salce, Luciano Salce. Una vita spettacolare

mercoledý 9 dicembre 2009


Luciano Salce Una vita spettacolare

di Andrea Pergolari e Emanuele Salce

Quarta di copertina
È il regista dei primi due capitoli della saga di Fantozzi, ha lanciato Ugo Tognazzi tra i protagonisti della commedia all’italiana, è stato per oltre vent’anni uno dei volti più simpatici e conosciuti della tv ed una delle voci più sarcastiche della radio. Ha al suo attivo oltre cinquanta film, come regista ed interprete, ha frequentato per tutta la vita i palcoscenici teatrali, come commediografo, regista, attore. Era uno spirito libero ed irriducibile, un intellettuale colto e spiritoso, un umorista leggero e pungente. Tutti attributi che possono fare cortocircuito in un paese come il nostro, dove troppo spesso la cultura è associata alla noia, l’umorismo alla superficialità, l’intelligenza alla pedanteria, la leggerezza alla frivolezza… Salce non aveva tessere di partito e sapeva e voleva ridere di tutto, senza distinzioni, manicheismi, obiezioni. Era un umanista autentico e poteva permettersi di sbeffeggiare chiunque. Aveva autoironia a profusione, accanto a cultura, capacità di osservazione, senso del linguaggio: se, come autore teatrale, è tra i pochi veri satirici italiani del Novecento, come autore cinematografico è tra i capofila della commedia italiana.
Ridere su tutto, ridere di tutti: tutto questo gli ha costato un ostracismo critico insopportabile.
Il presente libro, tentando una ricostruzione della vita (avventurosa) e delle opere (notevoli, per numero e qualità) di Luciano Salce, vuole essere un primo passo verso la necessaria riconsiderazione critica di un uomo di spettacolo fondamentale nel Novecento itaiano.

Biografia di Andrea Pergolari
Andrea Pergolari è nato a Roma il 27 giugno 1975. Laureato in Storia e critica del cinema presso l’Università La Sapienza di Roma, ha pubblicato: Gringo (2001), Verso la commedia (2002), Dizionario dei protagonisti del cinema comico e della commedia italiana (2003), La banda degli onesti (2003), La fabbrica del riso (2004), Viuuulente, putente, tremendamente terrunciello (2006, in collaborazione con Paolo Fazzini), Il sistema Fenech (2007), Pasquale Festa Campanile ovvero La sidrome di Matusalemme (2008), Flavio Mogherini scenografo praticamente regista (2009). Ha collaborato ai volumi collettivi Sulla carta (2006) e Schermi di piombo (2007).

Biografia di Emanuele Salce
Emanuele Salce è nato a Londra il 7 agosto 1966. È figlio di Luciano Salce e Diletta D’Andrea. Dopo varie incompiute esperienze di formazione fra le quali Economia e Commercio, Scienze Politiche e Scuola di volo per Piloti di linea) si affaccia, con alterni risultati, nel mondo del lavoro a diciannove anni come Ufficiale dei Paracadutisti e successivamente come Assicuratore. Inappagato, approda infine, forse inevitabilmente, presso il Centro Sperimentale di Cinematografia dove si diplomerà in regia nel 1991. Poco tempo dopo, affermando di voler seguire “le orme paterne”, scomparve. Dato per disperso fino alla metà degli anni Novanta circa, riapparve fra stupore e disappunto, come attore a fianco del patrigno Vittorio Gassman. Da allora, per ragioni ancora ignote, insiste a calcare le scene.